Synthwave Sunday: Wice, auto-intitolato

L'atto danese di synthwave scuro Wice mi ricorda il motivo per cui sono entrato così pesantemente in synthwave in primo luogo: è la sensazione, l'umore, l'atmosfera che invoca. È un'aspirazione per un'epoca passata, una Blade Runner – una distopica tecnocrazia distopica che esisteva solo nei film e nel mondo dei sogni foschi, aiutata dai nostri stessi ricordi … o da ciò che pensiamo di ricordare, comunque. È la combinazione tra il vecchio e il nuovo, la realtà e l'immaginazione, il passato e il futuro, tutti spezzati insieme in qualcosa che, in qualche modo, contro ogni previsione, si adatta molto bene alla fine del panorama culturale degli anni '00.

Dan Haigh della Gunship ha riassunto perfettamente l' intervista del 2017 con Dread Central :

"La storia di synthwave è una vera e propria scopata mentale. Quando penso a ciò che facciamo in Gunship è qualcosa di simile: canalizza i sentimenti evocati dai tuoi ricordi di un tempo passato che ha avuto un significato emotivo per te, un tempo che era parzialmente informato da valori ed eventi che erano, per la maggior parte, contenuti nella non-realtà immaginata di certi film di registi, parzialmente mescolati con la tua esperienza di eventi reali, quindi esprimere quelle sensazioni usando una tecnologia vecchia di decenni collegata con ogni mezzo necessario alla tecnologia ultra moderna mentre tentava di creare qualcosa di nuovo e originale. "

Ciò che è ancora più notevole di Wice, con la frase di Haigh in mente, è che il ragazzo è un fottuto bambino! Guarda queste foto sulla pagina Facebook di Wice – una bambina! Olds relativi come me (in un maturo 36) e Dan Haigh almeno sorta di sorta di ricordare gli anni '80, anche se i ricordi sono stati distorti da essere super giovane, in soggezione del mondo che ci circonda e in grado di comprendere pienamente quali parti di l'arte dell'era erano finzione e quali no. Ma Wice? Sarei scioccato se avesse anche quel confuso ricordo degli anni '90.

Chi dà un cazzo, però, giusto ?? La musica è fottutamente malata, ed è quello che conta di più. Forse ci vuole una prospettiva davvero fresca per buttarlo fuori dal parco in questo genere, ed è esattamente ciò che Wice ha fatto nel suo nuovo omonimo album, pubblicato la scorsa settimana tramite NewRetroWave. I toni sono perfetti, la stratificazione sonora è sublime, le melodie sono magistrali e le canzoni, per di più, sono fracassoni.

I giovani stanno bene. Mi azzarderei persino a dire la regola del cazzo da giovani. C'è speranza per il mondo dopo tutto.

Il post Synthwave Sunday: Wice, Self-Titled è apparso per la prima volta su MetalSucks .

(Fonte: MetalSucks)

Commenta su Facebook
Precedente Stagione 3 di "Atlanta": tutto ciò che sappiamo sul ritorno della pluripremiata serie di Donald Glover Successivo Corey Taylor Thinks ™ Le nuove maschere Slipknot arriveranno l'estate 2019 (Oh, e un nuovo album, anche)

Rispondi