Scommetti sull’intera storia di Artico Scimmie “Scommetto che stai bene sul dancefloor”

"Stavamo cercando di tagliare questo singolo in una stanza ed era in televisione nell'altra", ha detto Alex Turner a NME nel 2014, ancora con gli occhi spalancati in tutti questi anni più tardi su quanto velocemente le cose che muoviamo per Arctic Monkeys all'inizio. Uno dei pezzi forti del loro demo tape "Beneath The Boardwalk", molto scaricato, è riuscito a fare l'impossibile suonando sia fresco che unico in un momento in cui le bande di chitarre erano 10-a-penny . The Strokes, The White Stripes, Franz Ferdinand e Bloc Party hanno dominato il rogo al momento della sua uscita, ma "… Dancefloor" ha immediatamente aperto un enorme abisso creativo tra i suoi creatori e tutti gli altri. Il grande pubblico acconsentì, inviandolo immediatamente in cima alla classifica britannica dei singles – un'impresa che nessuna delle suddette azioni riuscì mai a raggiungere, nonostante avesse montagne di etichette discografiche in contanti, stampa e hype dalla loro parte.

È anche una delle canzoni più semplici che Turner abbia mai scritto, principalmente prendendo forma nella sala prove di Sheffield degli Arctic Monkeys a metà 2004 e facendo affidamento su – ironia delle ironie – una serie di accordi discendenti pop-punk discendenti dagli Stati Uniti. Il rullo di tamburi della mitragliatrice di Matt Helders ha seminato il seme inizialmente, diventando il fondamento perfetto per l'esilarante assolo di chitarra di Turner, che ha giocato a perdifiato per tre volte – nel caso in cui non l'avessi catturato. Liricamente, è ancora tra i suoi successi più notevoli. Confrontazionale, amaro e abilmente sarcastico nella raffigurazione di un giovane burbero che ottiene una spazzatura da discoteca, ha annunciato un nuovo talento di songwriting nelle prime sei righe. Molti ci riescono a farcela in questi giorni, ma "Scommetto che mi piacciono sul dancefloor" è ancora il perfetto incapsulamento di ciò che significa essere giovani, incazzati, lussuriosi, annoiati, arrabbiati e skint nella moderna Gran Bretagna. Con il senno di poi, la competizione potrebbe aver appena rinunciato.

A 13 anni dall'uscita della canzone di oggi (17 ottobre), ecco tutto quello che c'è da sapere sulla traccia – in un divertente file dei fatti …

Cinque fatti Geeky sulla canzone

1. Il video è stato girato dal vivo in stile The Old Grey Whistle Test – la band ha persino ingaggiato vecchie telecamere che sono state usate nel programma per questo (anche se sono state fermate a corto di "Whispering" Bob Harris).

2. "Ballare elettropop come un robot dal 1984" si riferisce al "Reverend" Reverend "Jon McClure, che una volta aveva un gruppo chiamato 1984. Sia Turner che Helders hanno suonato nella sua vecchia band, Judan Suki.

3. Nonostante questi anni abbia preso le distanze da gran parte del materiale iniziale degli Arctic Monkeys, nel 2011 Alex Turner ha detto che non avrebbe mai "immaginato" di non suonare questo brano dal vivo.

4. Ci sono voluti tre tentativi in ​​studio per ottenere la canzone giusta. Prima è stato demoato con il produttore Alan Smyth. Poi venne una versione registrata a "300 miglia all'ora" con James Ford e Rich Costley. Alla fine, con Jim Abiss al banco di registrazione, hanno preso il custode.

5. Altre novità nella UK Singles Chart la settimana 'Dancefloor' è andata al numero uno nell'ottobre del 2005, inclusa la collaborazione di Pete Doherty con The Litt'lans, 'The Way' (nuovo al numero 22). McFly ha avuto la seconda più grande new entry, raggiungendo il numero tre con "I Wanna Hold You".

Cosa abbiamo detto allora

"Per tutti i fan di Libs là fuori per chi 'Fuck Forever' è stato l'ultima goccia, guardate agli Arctic Monkeys di Sheffield: la combinazione perfetta di libertà di movimento e relativa sobrietà" – Mike Sterry

Quello che diciamo ora

Sono ancora le palle per chi ama divertirsi il venerdì sera e preferisce lo stile di R & B degli Stones a quello di Rihanna.

Fan famosi

P Diddy dice: "Sono probabilmente il più grande fan degli Arctic Monkeys – stiamo avendo un bromance. Io faccio parte dell'equipaggio. Faccio parte dell'entourage. Quindi, se vi scopate con gli Arctic Monkeys, allora dovete scopare con me "

Coperto da

Sugababes, The Vines e – atrocemente – Tom Jones. Lo scorso anno l'attore comico Bill Bailey si è unito a loro, eseguendo una versione ad hoc nello stile di The Wurzels per NME.COM.

Odiato da

L'ex uomo dei Depeche Mode, Alan Wilder, che nel 2008 disse che la produzione della canzone era "un bombardamento del rumore più sottile e unidimensionale".

conseguenze

La pista ha gettato le basi per l'intera carriera di Arctic Monkeys. Il bar è cresciuto considerevolmente anche nell'indie britannica, e finalmente abbiamo avuto una nuova band che è riuscita a spostare numeri impressionanti attraverso lo stagno senza essere completamente merda. Ancora un regolare nelle loro scalette, la prova del fascino duraturo della canzone è arrivata nel 2012 quando Arctic Monkeys l'ha eseguita alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra.

Il post The Break Story of Arctic Monkeys 'Breakout Hit' I Bet You Look Good su The Dancefloor 'è apparso per la prima volta su NME .

(Fonte: NME)

Commenta su Facebook
Precedente Jamie Lee Curtis, l'originale regina dell'urlo, parla: "Non mi piacciono i film dell'orrore" Successivo Logo della band completamente illeggibile della settimana: Outer Heaven's Realms of Eternal Decay

Rispondi