Le 20 migliori canzoni di Smashing Pumpkins

Oggi è il giorno più bello che abbia mai conosciuto

Billy è tornato, piccola, mentre gli Smashing Pumpkins si preparano a pubblicare il decimo album Shiny e Oh So Bright, vol. 1 / LP: No Past. Senza futuro. No Sun., dimostrando che i dons del grunge non hanno perso il loro talento per i titoli dell'album esagerati. Abbiamo già ascoltato il loro singolo di ritorno 'Silvery Sometimes (Ghosts)' e, benedetto sollievo, è un belter. In attesa del disco, il frontman Billy Corgan e la banda stanno giocando stasera – dal vivo! – presso la SSE Arena di Londra, quindi quale momento migliore per dirci nei commenti di Facebook che abbiamo perso il vostro preferito nella nostra lista delle 20 migliori canzoni degli Smashing Pumpkins?

PS! Abbiamo colpito queste tracce in una playlist, che appare alla fine dell'articolo, quindi puoi ascoltarla Stasera, Stasera (e anche in qualsiasi altro momento).

'Rinoceronte'

Difficile credere che quando i Pumpkins arrivarono con il loro album di debutto del 1991 "Gish", il loro sound – un inebriante mix di grunge, shoegaze e dream-pop – era già così completo, eppure eccoci qui. Questo singolo (che ha ispirato il capolavoro del gruppo del 'Siamese Dream' del 1993), dolce ma pesante, malinconico e furioso, incarna tutto ciò che ancora amiamo di Corgan e della banda – quindi non ci meravigliamo ancora grazie a questi ultimi anni.

'Siva'

Un altro standout 'Gish' tagliato, questo vede la band rendere omaggio a una delle loro influenze poco apprezzate: il rock classico. La capacità di mixare e lo stile appropriato rimane uno dei maggiori punti di forza della band. Inoltre: WTF è con quella strana, silenziosa, interludio classica che si verifica nel mezzo?

'Oggi'

Dai, è una delle più grandi canzoni di tutti i tempi, e tu lo sai. "Oggi è il giorno più bello che abbia mai conosciuto" , Billy Corgan canta su questa melanconica ode per celebrare il momento, una gioia che conferma la vita dall'inizio alla fine, un livido grunge banger per i secoli, un battibaleno di perfezione che si addice l'album "Siamese Dream" di tutti i tempi.

'Razzo'

Quintessential "Pumpkins Siamese Dream", questo è il glam-grunge agganciato a un leggero riff di chitarra e il lirico provocatorio e senza tempo "I will be freeeee".

'Spaceboy'

Un tributo al fratellastro autistico di Corgan, Jesse, questa lussureggiante ballata semi-acustica è un peana schifoso e sbilenco dell'amore familiare, che culmina sulla linea, "Spaceboy, mi sei mancato, girandomi intorno alla testa". Con le corde swooning e la voce spezzata di Corgan, che si muove ad un ritmo elegiaco, la pista è un mini capolavoro.

'1979'

Cazzo, Smashing Pumpkins ha delle belle canzoni, vero? Quei tamburi martellanti stanno alla base di una traccia spaziale, ubriaca, sulla vitalità della giovinezza, su cui Corgan sospira, " eravamo sicuri che non avremmo mai visto la fine di tutto …" Se sei mai stato giovane, muto e pieno di … divertimento (e ti suggeriamo di avere), questo ti farà star male il cuore. Nota a margine: il video di "1979" è il più grande video musicale di tutti i tempi. Fatto.

'Geek USA'

La seconda metà di "Siamese Dream" è una deliziosa zuppa di incredibili brani grunge, impreziositi dallo strano rock classico. È difficile scegliere un personaggio da non perdere: il premio potrebbe andare alla "maionese" più amata, anche se "Geek USA", riuscendo a combinare la chitarra stile Slash con un gancio malinconico e malinconico e persino una coda ambient mid-track ( Corgan è stato selvaggiamente ispirato a questo punto), forse merita lo slot.

'Stasera stasera'

Guarda, non potremmo spremere in 'Disarm', quindi ecco un altro epico piagnisteo 'n'guitar dei Chicago Dones, mentre ci implorano: " Credi in me / Come credo in te / Tonight" . Puntelli anche alla percussione del metronomo di Jimmy Chamberlin, che crea un senso di anticipazione nei versi, prima che il coro raggiunga il rilascio euforico.

'Bullet With the Butterfly Wings'

"Il mondo è un vampiro / Sent to drain". Queste linee iconiche inaugurano una delle canzoni più distintive di Pumpkins, un'idiota bizzarra del grunge con un verso melodico e mutante. Alcuni dei "Mellon Collie and the Infinite Sadness" si sentono esagerati, ma – nonostante una spruzzata di pianoforte – questo ha ragione sui soldi.

'Zero'

"Mellon Collie" è, a dir poco, un disco complicato, e nonostante tutto quel senso di importanza, sopra menzionato, contiene anche alcuni dei momenti più grezzi e pesanti di Pumpkins. Questa minacciosa traccia di chitarra a fili di rasoio – avvolta attorno a un riff falcato che scivola in un solitario stridulo, non lascia dubbi sul fatto che Corgan e la banda, anche nel mezzo di un doppio album indulgente, possano ancora far saltare il cervello fuori dal suo asse.

'Bodies'

Quei momenti pesanti non si fanno più pesanti di questo album "Mellon Collie" tagliato, quattro minuti di caccia alle balene ispirate al destino, su cui Corgan urla che "l'amore è un suicidio".

'Trentatre'

Un pianto sognante per pianoforte e chitarra acustica, questo splendido brano include un suono che suona come una persona che spruzza una lattina di deodorante per la musica, e suona ancora profondamente.

'Museruola'

Un taglio sottovalutato dal "Mellon Collie …", questo bel rocker rock è Corgan nel suo più autoaffermante, come insiste: "La mia vita è stata straordinaria / Benedici e maledetto e vinto". Voglio dire, non si sbaglia, vero?

'Ava Adore'

Probabilmente la traccia definitiva dell'album influenzato elettivamente influenzato dalla band del 1998 'Adore', questo colosso rimbalzante rende omaggio al personaggio titolare e, nonostante il suo tono cupido, è uno dei momenti più spudoratamente romantici di Corgan, come insiste sul suo amato uno: "Non saremo mai separati".

'Perfezionare'

Un sequel spirituale del '1979' (e il video segue l'esempio), questa bellissima traccia segue il modello scintillante dell'originale, sovvertendolo in modi affascinanti. Le percussioni martellanti sono alla base di ampie linee di synth e effetti elettronici lucidi, mentre i testi riconoscono il passare del tempo e come gli amici adolescenti si disgregano: "Gli sconosciuti quando incontriamo / gli estranei per strada". Un senso di accettazione permea queste osservazioni malinconiche .

'Stand Inside Your Love'

Originariamente inteso come album finale del gruppo, "Machina / The Machines of God" del 2000 indicava che la band era probabilmente dovuta a una pausa. Eppure c'erano notevoli punti salienti, tra cui questa pesante lastra di pop-rock, un promemoria del fatto che anche nel mezzo dell'esaurimento creativo, la band ha conservato un genio che la maggior parte non riesce a toccare.

"Essere beige"

I Pumpkins si guadagnano bene nell'album 2014 "Monuments to an Elegy", e questa traccia, una sorta di aggiornamento corposo sul "Mellon Collie …" rubacuori "Stumbleine", dimostra che la magia è ancora indugiata, mentre Corgan sospira , " Il mondo è in fiamme" . Le cose si stanno facendo sentire, Billy.

'Senza titolo'

Qualcosa di un canto del cigno per la band, questa è stata l'uscita finale dei Pumpkins prima della loro rottura iniziale nel 2000. Un'ode acuta acustica alla meraviglia del mondo, è quasi finita nella colonna sonora di Shrek . Probabilmente la cosa migliore è che lo Smashmouth, stranamente chiamato allo stesso modo, sia arrivato lì, eh?

'Orologio del giorno del giudizio'

Dopo quella quasi-miss con Shrek, il pungente "Doomsday Clock" si è concluso sulla colonna sonora di Transformers , un dubbio onore per uno dei momenti migliori dello stitut del "Zeitgeist". Curiosamente, l'album del ritorno del 2007 è scomparso dai servizi di streaming, quindi non abbellisce la nostra playlist di seguito. Ma dai un'occhiata al video di YouTube per crogiolarti nella sua opprimente, idiosincratica gloria, la prova che lo "Zeitgeist" non era del tutto un falò.

'Silvery Sometimes (Ghosts)'

Dal '1979' al 2018. Per essere onesti: Smashing Pumpkins non ha il diritto di suonare questo fantastico nel loro decennio. Un riff su "1979" e, sì, "Perfect", questa recente versione aggiorna il modello con sprazzi di synth e un assolo di chitarra fischiettando, onorando il passato con la costante e percussiva percussione di Chamberlin, che ha guidato Corgan e co. al successo in tutto il loro viaggio caotico e tortuoso da Chicago ai libri di storia. Godspeed.

Le migliori canzoni di Smashing Pumpkins

Una playlist di The Smashing Pumpkins

Il post Le 20 migliori canzoni di Smashing Pumpkins sono apparse per la prima volta su NME .

(Fonte: NME)

Commenta su Facebook
Precedente Dave Grohl ha lasciato un suggerimento da $ 333 su un conto da $ 333, quindi il totale ha colpito $ 666 Successivo Il chitarrista dei Bleeding interni Chris McCarthy mostra la sua collezione di t-shirt in metallo!

Rispondi