Il rapper Dylan Cartlidge sulla vita dopo il documentario della BBC “The Mighty Redcar”

Ha scaldato i tuoi villi sul documentario edificante sulla città del North Yorkshire – e ora il rapper / cantante ha svelato il suo nuovo singolo groove "Wishing Well"

Dylan Cartlidge ha iniziato a scrivere rapper all'età di 13 anni ("Ero deciso a cercare di ottenere qualcosa con esso"), l'ho messo in musica a 18 anni e, l'anno scorso, quando aveva 22 anni, ha preso parte alla Documentario della BBC 'The Mighty Redcar'. Uno sguardo edificante sulla città del North Yorkshire, interpretato come avente poche opportunità per i giovani, lo spettacolo esplora le vite dei residenti che tentano di allargare i propri orizzonti. Tra questi c'era Dylan, che lavorava in Wetherspoons mentre inseguiva la sua carriera musicale, la sua firma suonava un mix di funk, indie e hip-hop anni '70.

Nel mezzo delle riprese, ha firmato un accordo con Universal Publishing, e da allora è stato annunciato come un talento emergente che ha lavorato con Jamie T e, a maggio, si è esibito al vivace festival The Great Escape di Brighton (all'epoca, NME ha scritto che "mescola le influenze di pysch-rock con un flusso regolare e setoso"). Ora che il documentario è andato in onda su BBC Two, è nella posizione peculiare di essere una star domestica – senza aver pubblicato un album. Ci sta lavorando, e nel frattempo ha svelato un nuovo singolo, il groovestastico "Wishing Well".

Venerdì ha anche annunciato il suo prossimo tour nel Regno Unito, che segue un eroe indipendente di supporto Darwin Deez. Gli spettatori di "The Mighty" si sono scaldati con Dylan per il suo affabile comportamento, che smentisce quello che sembrava un inizio difficile nella vita, visto che vive con una famiglia adottiva in Redcar mentre suo fratello è rimasto nel loro nativo Stoke on Trent (Dylan si trasferì a nord Yorkshire a 16 anni e afferma che la città "lo ha salvato"). NME chiamò Dylan e lo trovò esattamente come sembrava sullo schermo: caldo, divertente, chiacchierone e elettrizzato dalla risposta allo spettacolo.

Desiderio Bene

Wishing Well, una canzone di Dylan Cartlidge su Spotify

Parlaci del tuo nuovo singolo, "Wishing Well"

"'Wishing Well' è una canzone in cui, se vuoi solo ascoltarla ed eseguirla, puoi – penso che sia una traccia groove – ma anche temi di auto-scoperta, ammettere dubbi, ma non lasciarne troppi influenze esterne affollano il tuo giudizio. "

Hai lavorato con Jamie T sul tuo brano 'Up & Upside Down', che è uscito all'inizio di quest'anno …

"E 'stato fantastico, amico. Entrambi usiamo lo stesso produttore, abbiamo un amico comune chiamato James Dring che ha fatto quattro degli ultimi cinque album di Jamie. Ha anche lavorato a "Demon Days" di Gorillaz. Lavoravamo insieme e Jamie ha capito la canzone che stavamo facendo, siamo entrati in studio per ascoltare la musica che stavamo facendo e, sai, siamo passati da lì. "

Puoi abbattere le tue influenze per noi?

"Sono un grande fan del fan di Kid Cudi; lui è il mio idolo. Sono anche un grande fan di un musicista belga chiamato Stromae, così come Jack White, The White Stripes e The Black Keys. "

Cosa ti piace di Kid Cudi?

"È letteralmente il mio idolo. La musica di Cudi mi ha aiutato molto, e non solo musicalmente; mi ha praticamente salvato la vita. Mi ha mostrato l'effetto profondo che la musica può avere – ciò che può fare per le persone e le vite delle persone. È qualcosa che sto cercando di restituire in qualche modo attraverso la mia musica. C'erano volte in cui la musica di Kid Cudi era la mia unica amica. Era il mio consolatore e la mia guida; ti mostra i progetti su come non essere autodistruttivo.

"E 'stato bello ascoltare qualcuno di cui parlare, qualcuno che non stava solo parlando di avere tutti i soldi del mondo – qualcosa di un po' più concreto e fedele alla propria anima. Per me è stata una cosa che mi ha cambiato la vita, essendo un bambino che non capiva molte di quelle questioni [una tale salute mentale] e ne ho trovato solo un sacco nella musica ".

È stata solo una coincidenza che tu abbia firmato con Universal come "The Mighty Redcar" è stato girato?

"Era completamente pazzo, amico. Sono un grande fan di Louis Theroux – conosci l'episodio di Louis Met … The Hamiltons? Quindi, in modo fortuito, mentre stavano girando il documentario, è emerso uno scandalo [sugli Hamilton]. È successo mentre Louis le stava filmando. E questo ha totalmente cambiato la complessità del documentario ed è stato così surreale e strano che è successo mentre stavano girando. Era una cosa simile a quello, davvero.

"La BBC stava cercando di girare un documentario sulla città, e stavano cercando giovani per farne parte. Il loro primo approdo era mia mamma, perché lei lavora per i servizi giovanili nel consiglio. Mia madre mi ha parlato di me e di cosa stava succedendo con la musica, mi è piaciuto molto. E 'stato davvero pazzesco, perché hanno letteralmente ottenuto il loro come stavo lavorando a Wetherspoons per forse due mesi prima di ottenere un contratto editoriale. Dal documentario, l'affare discografico è accaduto e sono stato a New York per registrare al Electric Lady Studios. È così pazzo. "

Com'è la Redcar per i musicisti in arrivo?

"Perché non c'è una scena, le persone devono diventare molto più creative. In un certo senso, penso che sia più facile avere la possibilità di fare cose perché non c'è competizione. In effetti, non c'è nessuna posizione per queste cose.

"Ma ci sono persone creative, persone che sono state in band anni fa a Teesside e Redcar e Middlesbrough che ci sono state, hanno fatto tutto, hanno fatto tutto e hanno solo un senso di orgoglio e amore per la loro provenienza. Hanno lavorato per 15, 16 anni, cercando di creare quelle opportunità per le nuove band che passavano mettendo notti e cose del genere.

"Quindi, è scarso – non succede molto, ma le persone sono così investite da essere la linfa vitale della scena musicale".

'The Mighty Redcar' è una sorta di anti-'Vantaggi Street '. E 'quello che ti aspettavi che fosse?

"È stata una buona cosa per l'area, fa luce; Redcar si è imbattuto in un buon modo. Da un punto di vista personale, non so se fosse esattamente quello che pensavo sarebbe stato. Quando si trattava della mia storia, si concentrava su certe cose per scopi drammatici, per usarle come strumento per la narrazione. Che andava bene … "

Quali aspetti ha esagerato, dal tuo punto di vista?

"Con la mia storia e da dove vengo, è molto facile vederlo da una luce più comprensiva. Non c'era nulla di sbagliato nel modo in cui il mio rapporto con la mia famiglia è stato ritratto – ho solo la sensazione che fosse una visione molto semplice di quello che sto cercando di fare con il mio background e la mia musica. Mio fratello e io non siamo le prime persone – e non saremo le ultime persone – a cui succedono cose brutte. Con la mia musica e le mie cose, voglio dimostrare che, indipendentemente da qualsiasi cosa, le persone possono fare queste cose, anche se accadono cose brutte, ma non è specifico per le persone che hanno avuto esperienze simili ".

Sei stato in viaggio con Darwin Deez e hai il tuo tour principale in arrivo …

"Ho appena finito di fare un tour con Darwin Deez, che è stato un sogno diventato realtà. Abbiamo suonato in luoghi che ogni musicista sogna. Quando entri in quel pub, quando suoni il tuo primo concerto, sei tipo, "Un giorno faremo questo tipo di concerti". Sono quei tipi di concerti, ogni notte, garantiti. È davvero umiliante. È una vera esperienza. Andremo di nuovo in giro per il paese con Bad Sounds tra un paio di settimane. E poi un tour in prima pagina. Quindi tutto è super surreale al momento e pazzesco – ma bravo, pazzo, surreale, penso. "

A conti fatti, pensi che "The Mighty Redcar" sia stato positivo o negativo per la tua carriera?  

"Ogni volta che qualcuno va a fare un documentario o un programma televisivo, c'è sempre la paura di come verranno rappresentate le cose. Ma tutte queste paure sono state archiviate nel secondo momento in cui il documentario è uscito perché – indipendentemente da quale storia raccontasse e in che modo – ciò che le persone hanno ottenuto era esattamente quello che avrei voluto che le persone ottenessero da esso in un mondo ideale ".

"Centinaia di persone hanno raggiunto. C'era gente che diceva, 'Ho passato attraverso questo' o, 'Sono stato ispirato a mettere la mia musica fuori'. Ho avuto persone che si offrivano di guidare da Stoke a Redcar per portare mio fratello a trovarmi e lasciare l'appartamento per farmi rimanere in tour. È stato assolutamente pazzesco. "

Quindi ti ha aiutato a raggiungere ciò che volevi ottenere in primo luogo?

"La cosa più pazza è che quando avevo 13 anni e ho preso la decisione di uscire da lì e raggiungere qualche orecchio, non avrei mai capito come sarebbe stato in realtà. Aver visto queste persone uscire e mostrare supporto e essere toccati da loro è semplicemente incredibile. Questo è sicuramente in gran parte per il documentario ".

Il tour principale di Dylan Cartlidge lo porta a:

27 novembre: Headrow House, Leeds

28 novembre: The Cookie, Leicester

29 novembre: Think Tank Underground, Newcastle

30 novembre: The Independent, Sunderland

4 dicembre: Seabright Arms, Londra

5 dicembre: Louisianna, Bristol

6 dicembre: The Venue, Derby

7 dicembre: Eagle Inn, Manchester

8 dicembre: Sugarmill, Stoke

Il post Rapper Dylan Cartlidge alla vita dopo il documentario della BBC "The Mighty Redcar" è apparso per la prima volta su NME .

(Fonte: NME)

Commenta su Facebook
Precedente Glastonbury 2019 headliner: rumors, bookies odds e tutto ciò che sappiamo finora Successivo Recensione Album: Shining Go in una nuova audace direzione su Animal ... Ma funziona?

Rispondi