Il film Deadwood entra in produzione con la maggior parte del cast originale

I fan della triste serie western della HBO Deadwood hanno atteso un bel po 'di tempo per giungere a una conclusione adeguata su quello che era uno degli spettacoli più coinvolgenti della rete via cavo in circolazione. La storia di una città del Dakotan negli anni Settanta dell'Ottocento, che lottava per costruire un'economia e un governo in un territorio gestito dall'illegalità, Deadwood vantava un mondo immenso come qualsiasi serie di prestigio di grandi dimensioni è riuscita a datare. Nel suo modo insanguinato, a bocca aperta, ha anche parlato di qualcosa sulla corruzione su cui l'America è stata costruita da zero.

Poi la HBO lo ha cancellato nel 2006, proprio come il creatore David Milch ha preso la coraggiosa decisione di porre fine alla terza stagione su un cliffhanger che ha abbattuto gran parte della struttura della serie fino ad oggi. Fortunatamente, all'inizio di quest'anno è emerso che la rete ha dato il via libera a un film finale per disegnare la serie in modo più deliberato. Ora, Deadline riporta che il film ha ufficialmente iniziato la produzione , con la maggior parte dei principali attori della serie riassemblati per il finale.

Tra le star di ritorno ci saranno Ian McShane (Al Swearengen), Timothy Olyphant (Seth Bullock), Molly Parker (Alma Ellsworth), Paula Malcomson (Trixie), John Hawkes (Sol Star), Anna Gunn (Martha Bullock), Dayton Callie ( Charlie Utter), Brad Dourif (Doc Cochran), Robin Weigert ("Calamity" Jane Canary), William Sanderson (EB Farnum), Kim Dickens (Joanie Stubbs) e Gerald McRaney (George Hearst). Inoltre, sono emerse notizie di un nuovo personaggio interpretato da Jade Pettyjohn , il cui coinvolgimento con la storia rimane sconosciuto.

Anche se la data di uscita del finale rimane sconosciuta (a volte nel 2019 è la migliore stima attuale), la HBO ha rivelato un po 'più di dettagli su come il film finirà la storia: "I personaggi indelebili della serie si riuniscono dopo 10 anni per celebrare il Sud Stato del Dakota. Le vecchie rivalità sono riaccese, le alleanze vengono messe alla prova e le vecchie ferite vengono riaperte, poiché tutti sono lasciati a navigare gli inevitabili cambiamenti che la modernità e il tempo hanno compiuto ".

Sembra un finale eccellente per uno spettacolo che troverà un pubblico sempre più grande nel tempo.

(Fonte: Consequence of Sound)

Commenta su Facebook
Precedente Foto: frontista di High on Fire La punta parzialmente amputata di Matt Pike non è per i deboli di cuore Successivo Rugosità necessaria, settimana 9: la crema salirà in cima Oh Yeeeah

Rispondi