Grimes si è trasformato in un robot IA industriale e io, per esempio, ho accolto il nostro nuovo capo robot

Per qualcuno che è stato così prolifico nella prima parte della sua carriera, il ritmo di lavoro di Grimes è al limite frustrante in questi giorni. Come la sua stella è sorta, così sembra il suo perfezionismo.

Al di là della strana collaborazione (e per strano, intendiamo entrambi nel senso di essere parsimoniosi e inusuali – il suo ultimo è stato con il cyborg musicale e la sensazione su YouTube di Poppy , ma prima lei e Janelle Monae hanno provato a fare un pantalone vaginale ), è stata una lunga attesa da "Art Angels", l'album di NME dell'anno del 2015 .

Ma ragazzo, l'attesa è valsa la pena. La sua nuova traccia, 'We Appreciate Power', che è caduta oggi, è un boot-stomp di Darth Vader di pop-rock industrial-goth con chitarre chucka-chucka e riff accesi che urlavano contro frammenti da sogno. Una traccia heavy-pop con testi dal punto di vista di un'IA, è come se Siri iniziasse autonomamente a cantare una canzone su quanto sarebbe piaciuto soffocarti nel sonno. Vede Grimes andare più a fondo nel territorio dei Nine Inch Nails che mai, ed è dannatamente brillante.

Secondo il comunicato stampa, il brano – una collaborazione con l'amico, il compagno di viaggio e l' anima affine Hana – è ispirato alla band nordcoreana Moranbong, una specie di versione reale di The Party Posse di The Simpsons , di cui "Drop The Bomb (Yvan Eht Nioj) 'ora ti rimarrà in testa tutto il giorno . Una banda pop di propaganda, i membri di Moranbong sono stati scelti nientemeno che da Kim Jong-un, il che spiega il taglio di capelli di Simon Cowell.

'We Appreciate Power', afferma il comunicato stampa, "è scritto dal punto di vista di una macchina propagandistica del gruppo di ragazze pro-AI che usa la canzone, la danza, il sesso e la moda per diffondere la benevolenza verso l'Intelligenza Artificiale (arriverà sia che lo vogliate o no ).”

Forse la colpa di Charlie Brooker , ma il futuro, la singolarità e l'ascesa delle macchine si sta facendo sempre più strada nella coscienza dei grandi produttori di musica contemporanea. Dove una volta Muse si trovava su un arto, ora stiamo vedendo la tensione tecnologica come un tema ricorrente nelle canzoni pop, dalle opere raccolte del già citato Poppy a The 1975, il cui nuovo album "A Brief Inquiry Into Online Relationships" (fuori domani ), presenta un poema allegorico sulla dipendenza da Internet tra le riflessioni sul modo in cui la tecnologia moderna sta ricollocando i nostri cervelli.

Grimes ha ragione, AI sta arrivando, che tu lo voglia o no. E dal momento che lei ha bussato con Elon Musk , probabilmente conosce meglio il futuro della tecnologia rispetto al resto di noi – il bene solo sa cosa tiene nella sua batque.

Ma se i robot scrivono canzoni grandiose come queste, io, per esempio, accolgo i nostri nuovi signori robot. Album, per favore.

Il post Grimes si è trasformato in un robot di IA industriale e io, per esempio, ho accolto con favore il nostro nuovo robot overlord apparso per la prima volta su NME .

(Fonte: NME)

Commenta su Facebook
Precedente Gli atti leggendari che presumibilmente hanno intitolato Glastonbury, ma non l'hanno fatto Successivo C'è un'altra Sabrina su Netflix, e questa è una merda spaventosa

Rispondi