Gli Slipknot di Corey Taylor Thinks ™ hanno “scritto la nostra canzone più pesante in questo nuovo album”

Il ciclo di album pluriennale per l'ultimo di Slipknot è iniziato! Certo, non ha ancora un titolo o una data di rilascio, ma non importa. Siamo attualmente in fase di promozione I: Hype the Living Shit di This Thing. Questa è la parte in cui, anche se nessuno ha ancora sentito nulla, i membri di Slipknot assicurano a tutti i Maggots che il disco, alla fine, cambierà le loro vite e, in realtà, la realtà come tutti noi la conosciamo.

A tal fine, ecco Corey Taylor che discute l'album con Metal Hammer :

"Il modo in cui lo abbiamo descritto è, 'E se i ragazzi che hanno fatto l' Iowa maturarono? E se i bambini che hanno creato Iowa fossero cresciuti? "

"Questo è un po 'il modo in cui lo guardiamo perché parte di questa merda è così pesante – ma c'è melodia, c'è una melodia melanconica molto interessante in corso.

"Alcune di queste merde sono così difficili e sporche in fretta. E 'davvero fantastico. Siamo anche noi nel nostro più ambizioso, nel nostro più sperimentale, anche noi che facciamo quello che facciamo meglio, il che è fondamentalmente quando tutti pensano che ci hanno capito, li schiaffeggiamo in faccia con tutto ciò che abbiamo.

"In un momento in cui la maggior parte delle band sta rallentando, penso che abbiamo scritto la nostra canzone più pesante – una di queste comunque – su questo nuovo album.

"Sarà fottutamente pazzo. La gente si caga i pantaloni quando la sentono ".

Così il gioco è fatto. Inizia subito a fare la spesa con i pannolini per adulti, perché gli Slipknot stanno arrivando per farti cagare i pantaloni nel 2019. Forse chiameranno il nuovo album The Brown Chapter , eh?

Il post- corey Taylor Thinks ™ Slipknot ha "scritto la nostra canzone più pesante in questo nuovo album" apparso per la prima volta su MetalSucks .

(Fonte: MetalSucks)

Commenta su Facebook
Precedente Medaglione Grammy di Randy Blythe venduto per $ 3,050 in asta di beneficenza Successivo Ecco un Polyphia Medley Played on Piano and Strings

Rispondi