Canzone della settimana: Miley Cyrus aggiunge un piccolo paese a Mark Ronson “Nothing Breaks Like a Heart”

Ogni settimana abbattiamo la nostra canzone preferita, evidenziamo le nostre menzioni d'onore e li avvolgiamo tutti insieme con gli altri consigli dello staff in una playlist solo per te.

Mark Ronson ha avuto un anno infernale. Il produttore è, a questo punto, una leggenda, scrittura e ingegneria per artisti come Amy Winehouse , Bruno Mars e molti altri. Il 2018 è stato particolarmente prolifico per Ronson a causa del suo songwriting con Lady Gaga per il grande successo al botteghino A Star Is Born , il cui singolo principale, "Shallow", è stato scritto in parte dal britannico. In aggiunta a tutto questo, Ronson ha rilasciato la prima canzone in previsione del suo album da solista in uscita, "Nothing Breaks Like a Heart". Il singolo presenta Miley Cyrus alla voce e fonde le sue radici in Tennessee con un tocco moderno, creando una melodia simultaneamente struggente e ballabile.

Cyrus e Ronson si combinano bene, il talento grezzo e l'abilità per le voci soul che bilanciano le abilità del DJ per una produzione unica e avvincente. Il coro di "Nothing Breaks Like a Heart" rimarrà bloccato nelle teste degli ascoltatori per giorni o addirittura settimane, una tumultuosa dichiarazione degli ostacoli della vita che si sente malinconica e trionfante di fronte all'amore perduto. Il matrimonio tra la celebrità pop di Cyrus e l'abilità di Ronson nel creare hit in buona fede è un incontro fatto in paradiso, e "Nothing …" è un esempio di quella compatibilità da non perdere.

-Clara Scott
Scrittore collaboratore

_______________________________________________________

MENZIONI D'ONORE

Chance the Rapper – "My Own Thing" feat. Joey Purp

"My Own Thing" è pieno della personalità di Chance the Rapper , sia nel suo sentimento indipendente (esattamente il sentimento giusto per la fine dell'anno) sia nel suo ritmo contagiosamente ottimista, che cambia e cattura in tutti i momenti giusti. -Laura Dzubay

Arctic Monkeys – "Anyways"

"Musing" è forse la parola migliore per descrivere "Anyways", che estende magistralmente il lavoro svolto da Arctic Monkeys all'inizio di quest'anno su Tranquility Base Hotel & Casino , esplorando gli effetti della fama sull'identità con linee come "Nosebleeds from epifanees I full in la faccia "contro uno sfondo arrossato dal retrò. -Laura Dzubay

Toro Y Moi – "Ordinary Pleasure"

Toro Y Moi porta il funk nel regno del synth-pop in "Ordinary Pleasure", bilanciando i problemi dei rapporti sold out ("Il sesso vende ancora?") Con l'esigente natura della felicità. -Laura Dzubay

Kaytranada – "Nothin Like U" feat. Ty Dolla $ ign

Kaytranada è immersa in un sogno focalizzato in "Nothing Like U", cantando il suo apprezzamento per un altro in mezzo a una tela sognante e sintetica che evoca il luccichio delle luci della città. -Laura Dzubay

Phoebe Bridgers – "Friday I'm in Love" (La copertina della cura)

Alle calcagna di boygenius , Phoebe Bridgers ha portato una tenerezza completamente nuova al classico "Venerdì I'm In Love" di The Cure , canalizzando il successo del pop-rock in un momento di chiusura e confessione illuminato da poco più che gentili voci e pianoforte. -Laura Dzubay

_________________________________________________________

ALTRI CANTI STIAMO SPINNING

SABA – "Eccitato"

Saba dà grida a influenze tanto disparate come John Coltrane , Johnny Cage e Cardi B in questa traccia hip-hop accattivante e coesa, con un cronometraggio durato due minuti. -Laura Dzubay

The Decemberists "Traveling On"

The Decemberists '‘Viaggiare On’ si sente come una versione triste di Weezer ' s “L'isola nel sole” nel miglior modo possibile: la pista è buonista, ritmica e orecchiabile in tutti i posti giusti, creando un unico memorabile pieno di anima popolare. -Clara Scott

Cautious Clay "MOTIVI"

Offrendo uno sguardo promettente al prossimo EP di Cautious Clay , "REASONS" è una canzone energica piena di voci in loop, echeggianti e testi intimi e ben fatti come "Ho sempre saputo che cambieresti come le stagioni". -Laura Dzubay

Great Grief "Feeling Fine"

"Feeling Fine" è una colonna sonora del secondo album pubblicato da Great Grief , un rilascio catartico di energia e rabbia repressa che emerge nella voce frenetica del frontman. -Clara Scott

_______________________________________________________

La playlist di questa settimana

(Fonte: Consequence of Sound)

Commenta su Facebook
Precedente Sigur Rós rilascia nuova musica tramite la playlist digitale Liminal: Stream Successivo The Faint annuncia il nuovo album, Egowerk, condivide "Child Asleep": Stream

Rispondi